LOADING

Type to search

31 papà ci raccontano qual è stato il momento in cui si sono resi conto davvero di essere diventati “padri”

Vita da papà

31 papà ci raccontano qual è stato il momento in cui si sono resi conto davvero di essere diventati “padri”

Diego Nov 11
Share




C’è chi se n’è reso conto fin dal primo attimo, chi ancor prima della nascita, ma c’è quel momento in cui ti rendi davvero conto di cosa voglia dire essere diventato padre. 
Trentuno papà fan della pagina ci hanno detto la loro, ecco le loro storie:

Ma…..da quando i sabati sera non esistono più,da quando non si può più vedere un telegiornale,da quando mi metto in ginocchio a far lo stupido per giocare con le bimbe…..scherzi a parte,mi sento un papà da quando ho visto uscir quel primo esserino e che subito mi ha fatto capire che da quel momento,ogni respiro ogni sforzo ogni sorriso dovrà esser un dono e dire grazie di poter esser al suo fianco….dal quel momento tocca a me spezzarmi la schiena,le braccia,il cuore per dargli tutta la serenità che deve avere un figlio/a nel momento in cui si decide di metterlo/a al mondo!!! Figlie mie per voi io ci sarò sempre!
Luca
Padre a 35 anni

Nonostante il pancino crescesse ed io godevo di movimenti e calcetti, dovetti attendere la sala d’attesa mentre di là, Stefi veniva operata per far nascere Sofi. Credo sia stata la solitudine di quel momento, mancava pochissimo e prima di sentire il suo pianto, provai come un senso di spossatezza. Tutte le emozioni vissute in quei 9 mesi le avrei abbandonate lì. Poi il pianto, l’adrenalina tornò e da 4 anni non va più via!
Giovanni

Padre a 32 anni

Da quando l’ho preso in braccio la prima volta in sala parto, quando ho tagliato il cordone ombelicale, quando gli ho fatto il primo bagnetto e il massaggio subito dopo, potrei continuare delle ore… Oggi ha 8 anni e dice che sono il suo supereroe. Ogni volta che ci prendiamo per mano io sono papà. Un papà separato che vive suo figlio in eterna nostalgia una condizione vi dico con poco tempo a disposizione, senza la vita quotidiana. È dura essere un papà così, triste e meraviglioso allo stesso tempo. Fortunato è chi vive sempre con il proprio figlio.
Walter

A poche ore dal parto sono fuori alla camera e di fronte agli ascensori in trepida attesa…
Escono cullette con delle bimbe (volevano confondere i papà delle femminucce 😀) io mi avvicino e vedo tra le culle una frugoletta. Dico è lei! Giro intorno alla culletta mobile…Aurora…è lei!
L’istinto di padre per cui ti rendi conto di essere diventato padre.
Carmine
Padre a 34 anni

Mi capita quasi ogni giorno. Essere padre non è una cosa naturale, un istinto innato dentro di noi come per le mamme, essere padre è una questione di scelta che va rinnovata ogni giorno, che cresce e si evolve. Il padre è la prima invenzione dell’umanità: la scelta di considerare la propria individualità come qualcosa diversa da se stessi e proiettata al successo di altri, i tuoi figli. Ogni giorno che mio figlio cresce e impara qualcosa grazie al mio esempio, ai miei insegnamenti, ai miei sacrifici o anche ai miei errori capisco di essere padre.
Davide
Padre a 32 anni

Quando una sera, stesi sul divano di fianco, la mia schiena contro la pancia della sua mamma, ad un certo punto ho avvertito i suoi movimenti…le sue capriole per essere precisi…è stato un momento meraviglioso, ma in realtà ce ne sono stati tanti altri e questo è solo uno di quelli che ricordo con particolare emozione…ad essere sincero, da sempre mi sono sentito suo padre, anche molto tempo prima che lei arrivasse…
Gianni
Padre a 34 anni

Ricordo perfettamente il momento in cui mi sono sentito padre…. aspettavo in reparto perché è nato col parto cesareo e quando è salita l’ostetrica dalla sala operatoria mi si è avvicinata e mi ha sussurrato…è nato…in quel momento ho sentito qualcosa di indescrivibile.
Pierluigi
Padre a 29 anni

l 18 giugno 2016 alle 11:15 appena nata Emily con le prime lacrime di gioia tant’è che purtroppo l’hanno dovuta portare dal pediatra xke aveva troppo muco e liquido amniotico nelle vie respiratorie da aspirare via tutto e ho lasciato immediatamente la sala parto X seguirla lasciando mia moglie da sola!! Poi ovviamente quando l’ho presa in braccio X la prima volta è cambiato tutto!! Esiste solo lei!!
Alessandro
Padre a 31 anni!!

Quando mi hanno dato in braccio mia figlia appena nata non ho provato tutto questo trasporto… Sapevo che era la mia bimba, ma in realtà non la conoscevo… Ci ho messo parecchi mesi ad affezionarmi. Mi sono sempre alzato anch’io nel cuore della notte per i pianti, i pannolini, i biberon… Ora la adoro…Sarò un insensibile, ma non è stato amore a prima vista. Ci siamo tutti dovuti abituare e affezionare col tempo.
Angelo
Padre a 35 anni

Il momento in cui ho stretto per la prima volta tra le mie braccia la nostra principessa….dubbi, incertezze, problemi, pensieri….tutto svanito!!! I suoi occhi nei miei e la consapevolezza di esser diventato un riferimento per Lei!!!
Andrea
Padre a 28 anni

Quando ho smesso di usare l’orologio … Quando a ogni sua chiamata rispondo presente sia di giorno che nel cuore della notte lui chiama io ci sono … Non c’è sosta ne stanchezza perché grazie a lui saltano tutti i programmi perché lui è la priorità della mia vita ed è per questo che io lo amo perdutamente infinitamente.
Pasquale
Padre a 33 anni

Quando, la prima volta che l’avuta tra le braccia, ho deciso che mi sarei preso cura di lei per tutta la vita. E quando ho deciso che questa decisione sarebbe stata irrevocabile.
Alessandro
Padre a 34 anni

Credo con tutta certezza il giorno in cui ho sentito il loro battito cardiaco durante l’ecografia.
Lorenzo
Padre a 21 anni

Al rientro dall’ospedale, quando siamo stati X la prima volta tutti e tre a casa nostra!
Andrea
Padre a 31 anni




Subito dopo il parto cesareo, ho avuto la fortuna di avere mio figlio solo per me per 2 ore sul mio petto per tenerlo caldo. Là ho capito che ero diventato papà, le 2 ore più belle della mia vita.
Luciano
Padre a 32 anni

Quando per la prima volta il mio ometto ha detto PAPÀ.. e tra 8 mesi lo sarò di nuovo la cosa piu bella del mondo.
Francesco

Padre a 32 anni

Appena nato:amore a prima vista!
Leonardo

Padre a 35 anni

Il giorno che e nata e mi hanno fatto sdraiare x mettermela sull petto e mi ha sorriso, dall quell momento nn esiste altro
Luca
Padre a 27 anni

Appena me lo hanno messo tra le braccia , 5 minuti dopo il parto … mi fissava ed io ero perso nei suoi occhi.
Bobo

Ogni mattina da circa undici mesi e non è facile. 🙂
Valerio
Padre a 36 anni

Il momento è quando torni da lavoro e tua figlia di 2 anni ti dice : ciao papi ! E ti abbraccia!
Davide

Padre a 27 anni

Da quando mia moglie mi ha svegliato dicendomi che il test era positivo. E altri 2 hanno seguito…
Daniel
Padre a 31 anni

Nel momento che lo presa mentre veniva a scoprire il mondo…sono stato il primo a toccarla..
Andrea
Padre a 29 anni

La prima volta che ha avuto la febbre(pochi mesi)..una semplice febbre..niente di che..notte a vegliare. .la preoccupazione che puoi provare per una cosa così per un altra persona può essere solo verso un figlio…tuo figlio..
Simone
Padre a 31 anni

La prima volta che ho potuto tenere in braccio mia figlia in ospedale senza essere interrotto per ben 3 ore di fila.
Carlos

La prima volta che mi sono sentito papà? La prima volta che con la sua manina mi ha stretto l’indice e mentre la tenevo in braccio, si è strusciata sul mio petto.
Da quell’esatto momento, è i iniziata la mia strada.
Juri

Tutti i giorni è quel momento ..
Francesco

Al primo abbraccio…al primo sorriso…al primo cambio pannolino! !!!
Marco

Tutte le mattine quando mi sveglio!
Domenico

La prima volta che ho potuto tenere in braccio mia figlia in ospedale senza essere interrotto per ben 3 ore di fila.
Carlos

Quando la mia piccola mi abbraccia!
Mariano

 

 




Commenta

Commenta

Tags:

You Might also Like

1 Comments

  1. Luca 39anni 8 Dicembre 2016

    Ci ho messo un pó a realizzare al 100% di essere diventato papà. Quando Sara mi disse che aspettavamo due gemellini mi son appoggiato al muro mentre parlavamo al telefono, quando sentimmo il primo battito mi scoppiarono le orecchie, ai primi calcetti fu gioia e capii che la natura è una cosa incredibile, quando me li trovai in braccio per la prima volta alle 22:45 in sala parto non ebbi nemmeno la forza di piangere! Ero troppo felice e loro erano talmente tranquilli e beati che me li sono tenuti in spalla sperando solo di poter continuare per tutta la vita a cullarli e coccolarli come un bravo padre sà fare. Oggi hanno sei mesi e tra primi sorrisi, primi ruttini, prime pappe non só se l’ho realizzato ancora. Só solo che spesso mi fermo e penso che sono il papà più fortunato del mondo.

    Rispondi

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi