LOADING

Type to search

Alla scoperta dei Polaretti

Share

La settimana scorsa, nella splendida location dello Zoom di Torino, io ed Enrico abbiamo avuto la possibilità di passare un po’ di tempo da soli e ci siamo divertiti talmente tanto che alle 20:30 era già a letto a dormire come un ghiro! Il fatto che si sia addormentato così presto è una gioia talmente grande e rara che non dimenticherò mai più quest’orario: 20:30. Lo stesso orario in cui quando ero piccolo cominciavano i programmi in tv in prima serata! ☺ E a proposito della mia infanzia, in questa giornata indimenticabile, ho avuto la possibilità di conoscere nei particolari un prodotto che ha accompagnato la mia infanzia: I Polaretti Dolfin. Penso che tutti quelli nati negli anni 80 come me ricordano il famoso jingle “Po po  po Polarettiiiiiii” che ci ha accompagnato fino ai giorni nostri, ebbene sappiate che dietro a questo prodotto c’è una storia lunga più di cento anni!

Cominciamo del nome, sono quasi sicuro che non sono l’unico ad aver erroneamente collegato il nome “Dolfin” ai delfini. (Che poi se ci pensate bene, i delfini non c’entrano nulla, dato che l’animale simbolo di questo prodotto sono i pinguini! ☺). In realtà Dolfin non è altro che la fusione dei nomi Dolceria e Finocchiaro che è il nome dell’azienda che ha dato vita a questo prodotto, nata nel 1914.

Un’altra informazione di cui non ero a conoscenza e che da meridionale mi rende molto orgoglioso è che questo prodotto nasce in Sicilia e più precisamente a Giarre, in provincia di Catania.

Nato inizialmente come produttrice di caramelle, la Dolfin negli anni 90, ha dato vita al suo prodotto “di punta”, ovvero i Polaretti.

Sono sicuro che tutti conosciate, almeno di nome, i Polaretti, ovvero ghiaccioli a base di vero succo di frutta da gelare a casa.

Se devo essere sincero, da padre, inizialmente mi ero fatto un’idea sbagliata, erroneamente pensavo che un prodotto che viene conservato a temperatura ambiente per essere congelato, probabilmente avesse dei conservanti. E invece i Polaretti sono un prodotto sano perché oltre a contenere vero succo di frutta, sono privi di conservanti e coloranti artificiali e di glutine per cui anche chi è celiaco può mangiarli senza alcun problema.

Erano tanti anni che non ne mangiavo uno e credetemi, sono davvero buoni, senti davvero il sapore della frutta!

Un’altra cosa che mi ha davvero entusiasmato di questa azienda, oltre ai suoi prodotti, è che attualmente Dolfin è impegnata nelle attività di ricerca sui packaging biodegradabili e compostabili per prodotti dolciari biologici ad elevata percentuale di frutta.

Oltre ad aver conosciuto meglio il prodotto, abbiamo avuto la possibilità di ascoltare e confrontarci con la Dottoressa Beatrice Margani, nutrizionista. Abbiamo scoperto di più sull’ alimentazione infantile, su quali siano gli alimenti e le quantità giuste di quantità e qualità del cibo e dell’importanza dell’acqua.

Questo ovviamente per quanto riguarda noi genitori blogger.

I bambini invece hanno passato una giornata diversa, all’insegna del divertimento e della conoscenza, hanno subito fatto amicizia (che belli sono i bambini?) e si sono subito trasformati in piccoli esploratori, con tanto di berretto e binocolo!

Insomma una giornata davvero indimenticabile, in cui abbiamo entrambi imparato tanto, ci siamo divertiti e abbiamo fatto nuove amicizie!

Post in collaborazione con Polaretti Dolfin.

Commenta

Commenta

Tags:

You Might also Like

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi