LOADING

Type to search

Il sorriso del mattino

Share

Non so voi, ma io fine a qualche anno fa, ci mettevo almeno due ore prima di carburare e prima di riuscire a parlare con qualcuno. A volte le persone mi rivolgevano la parola ed io non solo non gli rispondevo, ma spesso ringhiavo! 🙂

Poi con la paternità ho imparato che la prima cosa che deve vedere mio figlio appena apre gli occhi è un gran bel sorriso che gli dà il buongiorno.

Il problema è che Enrico è un gran bel dormiglione e svegliarlo la mattina è davvero un’impresa titanica. Nella migliore delle ipotesi ci vogliono minimo 30 minuti per convincerlo a svegliarsi e almeno altri 10 per farlo venire a fare colazione. Le tattiche per poterlo svegliare sono principalmente tre:

– bacini e solletico
– la musica
– ti prendo e ti porto via

Bacini e solletico
È il più piacevole ma di solito è preceduto da un’ora di “Enricoooooooo, svegliatiii è tardi! Devi andare a scuoooola”.  Quindi per far sì che possa funzionare, ci si deve alzare almeno due ore e mezza prima di cominciare a svegliare lui. Consiste appunto nel riempirlo di bacini e fargli il solletico. Di solito (chissà perché???) lui preferisce che glielo faccia la mamma. J

La musica
È senza dubbio il metodo più divertente, ma un po’ meno piacevole per i vicini. Si perché consiste nel mettere le sue canzoni preferite a tutto volume e cominciare a ballarle davanti a lui. Ora dovete sapere che io sono totalmente negato per il ballo e non ho il passo leggero. Non ho ancora capito se è merito della musica o dei miei balletti orribili e rumorosi, ma di solito si sveglia dopo la terza canzone. (tra i 12 e i 15 minuti)

Ti prendo e ti porto via
Non lasciatevi ingannare dal nome, non è un omaggio a Vasco Rossi ma è letteralmente quello che faccio.
Spesso capita che uno dei due metodi sopracitati non funzioni o che non ci sia tanto tempo a disposizione per cui lo prendo dal letto e lo metto sulla sedia a fare colazione. Questo ovviamente è il metodo meno piacevole ma il più efficace.

Purtroppo quando vivi in una casa in cui siete in tre e c’è un solo bagno, i tempi si riducono notevolmente.

Come avrete capito, la maggior parte delle volte, Enrico ci mette un bel po’ a carburare e avere un alleato a colazione che possa aiutarci a far partire la giornata col piede giusto è davvero utile.

Un alleato semplice e genuino ma allo stesso tempo buono e gustoso che è in grado di far cambiare l’umore di mio figlio già al primo morso: Kinder Fetta al Latte.

Il rientro a scuola di Enrico quest’anno sarà molto particolare, ormai è un bimbo grande e a breve comincerà la scuola elementare. Nuova scuola, nuovi compagni, non siamo ancora in grado di sapere come andrà a finire, ma partire col piede giusto, iniziare la giornata con un sorriso sarà certamente un buon inizio!

 

Post in collaborazione con Kinder Fetta al Latte

Commenta

Commenta

Tags:
Previous Article
Next Article

You Might also Like

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Next Up

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi