LOADING

Type to search

Le fake news alimentari al tempo del COVID

Le fake news alimentari al tempo del COVID

diego 1 mese ago
Share

Ormai sappiamo tutti che con l’avvento dei social, una delle attività preferite delle persone è diffondere fake news. Personalmente speravo che con questa emergenza mondiale che sta investendo tutti, si cominciasse ad avere un minimo di coscienza ma mi sembra abbastanza evidente che le mie speranze siano state del tutto vane.

Le fake news in questo periodo anziché diminuire, sono aumentate all’ennesima potenza, peggiorando una situazione già critica di suo.

Morti, contagiati, decreti, esco, non esco, cura, vaccini, alimentazione, mascherina, guanti, ecc ecc.
Come vedete gli argomenti sono davvero tanti, ma noi ci soffermeremo su quelli dedicati all’alimentazione dei nostri piccoli.

Da quando è cominciata la quarantena, per quanto riguarda il cibo, ci sono due cose che ci accomunano (quasi) tutti:

  • Stiamo ingrassando

Il fatto di essere costretti in ambienti chiusi, avendo una libertà di movimento limitata, ci porta a mangiare di più, anche per evitare o contrastare le emozioni negative. (Gli esperti la chiamano ‘’emotional eating’’ o ‘’fame emotiva’’, una giustificazione scientifica al fatto che siamo senza ritegno 🙂 ).

  • Stiamo cominciando a preparare le cose da soli.

Siamo ormai diventati tutti panettieri e pizzaioli, complice anche il fatto che tutti abbiamo fatto scorte di lievito e farina fino al 2024.

In ambo i casi è bene tenere conto anche la situazione dei nostri piccoli. Anche loro in questo periodo si annoiano più che mai e “hanno sempre fame” e soprattutto dato che si annoiano, potrebbero darci una mano con le tantissime ricette quotidiane.

Sapete ovviamente che non sono certamente un esperto né di alimentazione né tantomeno di alimentazione infantile ed è per questo che per entrare più nello specifico, mi avvarrò dei consigli degli esperti di Nutripedia*.

Per quanto riguarda l’alimentazione, la fake news del momento è “Alcuni alimenti possono contrastare il contagio”, sarebbe bello ma purtroppo non è vero. Ciò non toglie che sia comunque utile proporre ai bambini un’alimentazione sana e varia, rispettando i principi della classica dieta mediterranea. In questa fase può essere utile preferire alimenti ricchi di nutrienti che stimolano il loro sistema immunitario quali le vitamine A, B6, B12, C, E e D, il ferro, lo zinco e il selenio. Non perché questo possa prevenire l’infezione ma perché in caso di un contagio le difese immunitarie siano pronte.

Per le ricette fatte in casa la raccomandazione è quella di scegliere ingredienti salutari e di non esagerare! È sempre valida la raccomandazione di limitare cibi ad alto contenuto di grassi e zuccheri semplici, le bevande zuccherate.

 È bene dunque mantenere una dieta salutare, preferendo gli alimenti che stimolano le difese, evitando gli eccessi e infine stimolare i bambini a giocare e praticare attività fisica anche in casa.

*NUTRIPEDIA È UN PROGETTO PROMOSSO DAL BOARD DI ESPERTI RIMMI CON IL SUPPORTO DI FONDAZIONE ISTITUTO DANONE. A FIANCO DI MAMME E PAPÀ NELLA CRESCITA E NELLA CORRETTA NUTRIZIONE DEI PROPRI BIMBI, GRAZIE AD UN TEAM DI ESPERTI, PEDIATRI, GINECOLOGI E NUTRIZIONISTI, NUTRIPEDIA SI PONE L’OBIETTIVO DI INTERCETTARE LE NOTIZIE SCORRETTE CHE CIRCOLANO IN PARTICOLARE SUL WEB E CONTRIBUIRE ALLA CORRETTA INFORMAZIONE IN AMBITO NUTRIZIONALE.

Commenta

Commenta

Tags:
Previous Article

You Might also Like

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi