LOADING

Type to search

Le uova e la panza dei papà

Divertenti

Le uova e la panza dei papà

Diego Apr 4
Share





La Pasqua, come tutte le feste in cui si ricevono regali, è molto amata dai bambini. Mio figlio non è un grande appassionato di cioccolato, ma le sorprese sono il suo pane quotidiano. Anche al di fuori del periodo pasquale, una delle sue attività preferite è aprire l’ovetto (voglio evitare di fare pubblicità occulta per cui vi dirò soltanto “l’ovetto quello bianco e rosso col nome tedesco” :-)) al solo scopo di scoprire la sorpresa al suo interno.
Quest’anno mi sono ripromesso di non comprargliene, conscio del fatto che ci avrebbero pensato i parenti e difatti così è stato!
Tra nonni e zii abbiamo raggiunto quasi quota 10! Se andate a chiedere a mio figlio che uova ha ricevuto vi dirà “Due puzzle, gli Skylander, le card di Star Wars, delle calamite, due pupazzi, ecc ecc” si perché per lui conta solo la sorpresa.

Saranno stati altri tempi, ma quando ero piccolo io, la cosa fondamentale era la cioccolata. Ho sempre odiato quella fondente per cui con mia madre mi raccomandavo sempre “Mamma, mi raccomando che sia al latte!”, mia madre così come faccio io adesso si affidava sempre ai parenti e c’era sempre uno zio che ogni anno per fare il figo si presentava con quegli ovoni giganti, che erano belli da vedere ma che erano puntualmente al cioccolato extra-fondente e da cui ogni volta come sorpresa uscivano collanine, orecchini o braccialetti da bambina. Meno male che c’era il nonno che lo sapeva e mi accontentava sempre!

A proposito di uova, pensavo fossero anch’esse una trovate consumistica come i cioccolatini a San Valentino, ma poi ho scoperto che c’è tutta una grande storia dietro!
Su Wikipedia c’è scritto che l’uovo di Pasqua è un oggetto tradizionale, divenuto nel tempo uno dei simboli della stessa festività cristiana, assieme alla colomba. Nel cristianesimo simboleggia la risurrezione di Gesù dal sepolcro. Il Cattolicesimo riprese le tradizioni che vedevano nell’uovo un simbolo della vita, rielaborandole nella nuova prospettiva del Cristo risorto. L’uovo infatti somiglia a un sasso e appare privo di vita, così come il sepolcro di pietra nel quale era stato sepolto Gesù. Dentro l’uovo c’è però una nuova vita pronta a sbocciare da ciò che sembrava morto. In questo modo, l’uovo diventa quindi un simbolo di risurrezione.

Dopo una piccola pausa religiosa/culturale passiamo alla parte fondamentale di questo articolo, ovvero spiegare il ruolo del papà dopo Pasqua. Come vi dicevo prima, mio figlio non è un grande appassionato di cioccolata e quindi tocca a me fare il grande sacrificio di dover mangiare le quasi 10 uova. So che non è un sacrificio che faccio da solo e che molti papà saranno solidali con me! Per cui non posso tirarmi indietro, mi ripeto le solite tre frasi per darmi coraggio e procedo, ovvero:

  • È uno sporco lavoro ma qualcuno lo deve pur fare!
  • Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare!
  • Un uomo senza pancia è come un cielo senza stelle!

Ci sono inoltre da considerare due fattori importantissimi per quanto concerne la crescita della panza di noi papà. Non è solo una questione di cioccolata ma anche di cena (ovviamente parlo per me dato che penso che a qualcuno il problema potrebbe capitare anche a pranzo), si perché quando il piccolo non ha più voglia di mangiare, la mamma parte con la solita frase “Mangia tutto, altrimenti se lo mangia papà”, peccato che non venga presa in considerazione la risposta più usata dai bambini e da mio figlio, ovvero “Va bene papà, mangialo!” e noi papà ovviamente non ce lo facciamo ripetere due volte, manco il tempo di dare il tempo alla mamma la possibilità di insistere per una seconda volta che ……. GNAM, ci siamo già ingoiati tutto! Quindi è ovvio che se abbiamo la panza è soprattutto per il bene dei nostri figli, ai quali dobbiamo mostrare che un vero uomo non si tira mai indietro davanti alle difficoltà, anche se quest’ultime hanno le sembianza di un piattino di pasta col formaggino!
C’è da aggiungere inoltre che sotto questo punto di vista non veniamo per nulla aiutati dalle nostre compagne, che oltre ad essere perennemente a dieta pur non avendone bisogno, hanno l’abitudine di lasciare sempre gli avanzi nei loro piatti e ti dicono “Dai finisci l’insalatina con mais e carote che io sono gonfia!” Ecco, che non si dica che anche noi papà non mangiamo sano! L’insalatina dopo un piatto di pasta e un piattino di pasta col formaggino sicuramente non ti fa ingrassare! Almeno credo…….



Commenta

Commenta

Tags:

You Might also Like

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi